Bacheca sindacale aggiornata al 7 luglio 2020

 

Luglio 2020

AppuntiEffelleci Flc Cgil Mantova n. 36 del 6/7/2020

In questo numero si parla di:

Graduatorie provinciali e d’istituto: diretta Facebook il 7 luglio

Facciamo il punto con la FLC CGIL: analizzeremo le prime anticipazioni sull’ordinanza.

 

7 LUGLIO DIRETTA FACEBOOK

 

La diretta Facebook di martedì 7 luglio 2020 alle ore 10.30 sarà una prima occasione per analizzare le anticipazioni sull’ordinanza ministeriale relativa alle graduatorie provinciali per le supplenze (GPS) e le graduatorie d’istituto.

Sono temi delicati che stanno a cuore a tanti lavoratori precari, laureati, docenti di sostegno specializzati o con servizio pluriennale.

Parleremo di valutazione dei servizi, titoli di accesso, modalità di convocazione e tanto altro.

Collegatevi alla nostra pagina Facebook per chiedere informazioni e chiarire tanti dubbi, ma anche per consegnarci le vostre considerazioni o proposte.

 

 

AppuntiEffelleci Flc Cgil Mantova n. 35 del 2/7/2020

 

SNADIR NOTIZIARIO-LOMBARDIA - N.12-2020

 

Piano Scuola: emanate le linee guida per la ripartenza - FLC CGIL

Dopo aver acquisito il parere della conferenza Stato-Regioni, la Ministra Azzolina ha firmato il Decreto Ministeriale 39 del 26 giugno 2020 con il quale è stato emanato il Piano Scuola contenente le linee guida per la ripartenza a settembre del prossimo anno scolastico. Vengono definite responsabilità a tutti i livelli. Nei prossimi giorni forniremo materiali più puntuali sugli aspetti più delicati del Piano. Continua a leggere la notizia.

Nonostante alcune lievi aperture, restano le criticità già presentate alla Ministra dell’Istruzione durante l’incontro del 24 giugno. Inoltre, resta il rischio che senza un investimento di prospettiva pluriennale che guardi anche al futuro della scuola, si scaricherà sulle autonomie scolastiche e sui dirigenti la responsabilità di scelte e soluzioni che aumenteranno, anziché diminuirle, le disuguaglianze già presenti nel nostro Paese.

È apprezzabile, da questo punto di vista, l’annuncio di un ulteriore miliardo di euro che il Governo ha intenzione di stanziare per la scuola. La Ministra Azzolina e il Governo sembrano aver cominciato a comprendere quel che stiamo predicando da mesi: la scuola, per ripartire, ha bisogno di investimenti, di risorse nuove per garantire spazi, organico, tempo scuola e scongiurare il ricorso alla didattica a distanza. Continua a leggere la notizia.

 

 

Giugno 2020

FLC CGIL MONZA E BRIANZA - GIORNALE DEL 26 GIUGNO 2020

 

USB Scuola: assemblea 15 luglio su concorsi e corsi di formazione per concorsi

 

Assemblea sindacale del 29 giugno 2020 rivolta ai facenti funzione DSGA ed agli interessati alla procedura concorsuale in corso - CGIL

 

Ferie del personale della scuola: la situazione determinata dal COVID-19 non prevede limitazioni di fruibilità - FLC CGIL

In questi giorni continuiamo a ricevere richieste di chiarimenti relativi alla fruizione delle ferie da parte del personale della scuola, docente, educativo ed ATA. Questo avviene soprattutto in relazione al fatto che in alcune realtà si sta mettendo in atto una limitazione del periodo estivo entro cui prendersi le ferie (ad esempio, non oltre il 20 agosto).

Sul sito nazionale riportiamo - in maniera sintetica - le disposizioni che regolano la materia.

Leggi la nostra scheda.

 

AppuntiEffelleci Flc Cgil Mantova n. 32 del 18/6/2020 

 

Fed. Gilda-Unams/SNADIR Lombardia - Notiziario

 

PON “Per la scuola”: pubblicato l’avviso per la realizzazione di smart class nelle scuole secondarie di II grado

L’autorità di gestione (AdG) del Programma Operativo Nazionale “Per la scuola - Competenze e ambienti per l’apprendimento” 2014-2020,  con nota 11978 del 15 giugno 2020, ha emanato un Avviso pubblico finalizzato alla realizzazione di smart class per le scuole statali del secondo ciclo.

Si tratta del terzo intervento del PON Scuola a supporto delle scuole che vogliono attivare forme di didattica digitale a seguito dell’emergenza epidemiologica connessa al diffondersi del Coronavirus e alle relative misure restrittive imposte alla popolazione

In precedenza erano stati emanati avvisi relativi al I ciclo (nota 4878/20) e all’istruzione degli adulti (nota 10478 del 6 maggio 2020).

Ogni scuola può presentare un solo progetto ed ogni progetto può essere finanziato per massimo 10 mila euro. Le candidature possono essere presentate dalle ore 10 del 16 giugno 2020 alle ore 12 del 24 giugno 2020.

L’avviso rientra tra le priorità delle Azioni #4 (Ambienti per la didattica digitale integrata) e #6 (Linee guida per politiche attive di BYOD) del Piano Nazionale per la Scuola Digitale (PNSD). A tal fine una parte delle risorse del PNSD saranno utilizzate per finanziare i progetti presentati dalle scuole collocate nelle Regioni più sviluppate.

questo link la scheda di lettura dell’Avviso.

In precedenza l’AdG aveva pubblicato una serie di FAQ relative alla realizzazione delle attività formative finanziate durante l’emergenza epidemiologica che stiamo vivendo.

questo link la notizia sulla rimodulazione del piano banda ultra larga che stanzia 400 milioni di euro per collegare oltre 32 mila plessi.

 

AppuntiEffelleci Flc Cgil Mantova n. 31 del 11/6/2020

 

Emergenza sanitaria e lavoro ATA all’avvio dell’anno scolastico, le proposte della FLC CGIL

#ATAnews è una rassegna specificatamente dedicata dalla FLC CGIL nazionale al personale ATA. Propone periodicamente un riepilogo correlato alle notizie più significative, pubblicate sul sito nazionale per valorizzare la collocazione dei lavoratori ATA nella vertenza generale sulla professionalità e sul contratto. È un resoconto centrato sulle nostre attività politico-sindacali-legali e sui risultati ottenuti.

In questo numero ci soffermiamo sul lavoro del personale ATA e le nostre proposte per la ripresa dell’attività scolastica il prossimo settembre.

Scarica il n. 5/2020.

 

Scuola: sciopero e manifestazioni in tutta Italia per chiedere la riapertura in sicurezza - FLC CGIL

Lunedì 8 giugno si è svolto lo sciopero generale del personale docente, dirigente e ATA della scuola indetto da FLC CGIL, Cisl Scuola, Uil scuola, Snals Confsal e Gilda Unams per rivendicare investimenti e garanzie per la ripresa delle lezioni a settembre in presenza e in sicurezza. E proprio all’insegna della sicurezza si sono svolte le centinaia di manifestazioni in tutta Italia, perché i sindacati hanno voluto evitare l’affollamento di una manifestazione nazionale. Le lavoratrici e i lavoratori hanno manifestato alcuni davanti alle proprie scuole, a Roma al ministero dell’Istruzione, altri con flash mob sparsi per le città. Un modo inedito e diffuso di far sentire la propria voce e dare visibilità a una significativa iniziativa sindacale. Le foto su Facebook.

La proclamazione dello sciopero dell’8 giugno è stata una scelta obbligata: troppa la distanza tra quanto necessario alla scuola pubblica per garantire la ripartenza a settembre in presenza e in sicurezza, e quanto assicurato dalla Ministra Azzolina. Il personale della scuola, le famiglie e con loro i sindacati, temono che le scuole possano non riaprire, o che riaprano in condizioni di emergenza. Ferma restando l’importanza di ricominciare il nuovo anno scolastico in presenza, visto che la didattica a distanza ha rappresentato una soluzione emergenziale che, purtroppo, ha creato disagi e diseguaglianze, è difficile, nelle condizioni date, assicurare il distanziamento e la sicurezza in aule scolastiche spesso sovraffollate o comunque non sufficientemente capienti.

Le ragioni dello sciopero che era già stato proclamato il 6 marzo, ma poi ritirato per senso di responsabilità, si sono addirittura moltiplicate in questi tre mesi che hanno travolto le condizioni di vita e di lavoro delle scuole.

Il ministero con il “Decreto Rilancio” ha stanziato per la scuola circa 1,4 miliardi di euro, una cifra già insufficiente prima della pandemia, figurarsi ora che i problemi e i bisogni sono cresciuti in modo esponenziale, mettendo a nudo le fragilità già presenti nel nostro sistema scolastico dopo da anni di tagli, disinvestimenti e precarietà del lavoro.

Lo sciopero, nonostante il momento difficile e le scuole ancora chiuse, è una scelta di campo ben precisa: dalla parte dei lavoratori e degli studenti, per una scuola sicura e di qualità. Perché la scuola pubblica diventi una risorsa strategica per un diverso modello di sviluppo e nulla sia più come prima.

 

 

Anief - NOTA SINDACALE – Chiarimenti Ferie personale ATA

 

[Sindacato Feder.ATA] VUOI DIVENTARE INSEGNANTE? MASTER E 24CFU ONLINE, CERTIFICAZIONI INFORMATICHE E LINGUISTICHE

Locandina 24 CFU

 

AppuntiEffelleci Cgil Mantova n. 30 del 4/6/2020

 

[FLC CGIL] Scuola, sciopero 8 giugno: le ragioni della protesta. Come aderire

 

sindacati FLC CGIL, CISL Scuola, UIL Scuola RUA, SNALS Confsal e FGU GILDA Unams hanno indetto lo sciopero di tutto il personale della scuola statale per l’intera giornata di lunedì 8 giugno. L’incontro che si è svolto il 29 maggio con il Ministero dell’Istruzione per il tentativo di conciliazione, in seguito alla proclamazione dello stato di agitazione, ha lasciato infatti del tutto insoddisfatti i sindacati che l’avevano richiesto.

Eccezion fatta per l’aggiornamento delle graduatorie dei supplenti, proposta che aveva già trovato risposta risolutiva nel testo di conversione del Decreto Scuola approvato nei giorni scorsi dal Senato, su tutte le altre questioni esposte nella lettera inviata per il tentativo di conciliazione le organizzazioni sindacali hanno dovuto prendere atto della totale assenza di precisi impegni da parte dell’amministrazioneLe ragioni dello sciopero.

I sindacati promotori dello sciopero hanno anche sottoscritto un manifesto che sintetizza le loro richieste e le loro proposte per la ripartenza della scuola in presenza, in sicurezza, a partire da quello che manca e da ciò che serve e si può fare subito.

Per ciò che riguarda le procedure di comunicazione ed adesione allo sciopero restano confermate le consuete regole. Resta valido quanto previsto dalla normativa vigente (in particolare, l’accordo del 1999 di attuazione della legge 146/90 nel comparto scuola, allegato al CCNL 1998/2001), anche durante il servizio svolto a distanza (DaD e smart working) derivante dall’emergenza sanitaria.

I sindacati hanno predisposto una scheda con indicazioni utili, adempimentiprocedure modalità di adesione allo sciopero, anche per coloro che il giorno 8 giugno saranno impegnati negli scrutini finaliScarica la scheda unitaria.

Segui gli aggiornamenti sullo sciopero

 

Comparto Istruzione e Ricerca - Settore Scuola. Sciopero nazionale proclamato per per il giorno 8 giugno 2020

 

AppuntiEffelleci Mantova n.29 del 1/6/2020

 

[Sindacato Feder.ATA] ORGANICO ATA-CI ERVAMO ILLUSI- FederATA scrive al Ministro Azzolina

 

Maggio 2020

Comparto Istruzione e Ricerca. Proclamazione sciopero - Settore Scuola – Sciopero nazionale per l’intera giornata del 5 giugno 2020 ADL Cobas 

 

Emergenza sanitaria e lavoro ATA durante lo svolgimento degli esami di Stato - FLC CGIL

#ATAnews è una rassegna specificatamente dedicata dalla FLC CGIL nazionale al personale ATA. Propone periodicamente un riepilogo correlato alle notizie più significative, pubblicate sul sito nazionale per valorizzare la collocazione dei lavoratori ATA nella vertenza generale sulla professionalità e sul contratto. È un resoconto centrato sulle nostre attività politico-sindacali-legali e sui risultati ottenuti.

In questo numero ci soffermiamo sul lavoro ATA e lo svolgimento degli esami di Stato, con una particolare attenzione al profilo di collaboratore scolastico.

Scarica il n. 4/2020.

 

Visione in differita dell’ASSEMBLEA SINDACALE UNICOBAS Scuola e Università online di Martedì 26 Maggio

Con riferimento all’Assemblea sindacale svoltasi Martedì 26 Maggio 2020 in modalità online, si comunica che, per tutto il personale che non ha avuto la possibilità di accedere alla piattaforma Zoom per la partecipazione de visu e non ha seguito la diretta su Facebook o Youtube, ha la possibilità di rivedere la suddetta assemblea in modalità differita su Youtube al seguente link: https://youtu.be/cZRsVSqVLCI

 

AppuntiEffelleci Flc Cgil Mantova n. 27 del 28/5/2020

 

Scuola: proclamato lo stato di agitazione - FLC CGIL

Mentre è in corso in Senato l’esame del Decreto scuola che, tra i suoi obiettivi, ha l’immissione in ruolo di 24.000 docenti precari con almeno 36 mesi di servizio, i cinque maggiori sindacati del settore, del tutto insoddisfatti delle mediazioni politiche raggiunte fra i gruppi di maggioranza, hanno inviato ai ministeri competenti una richiesta di svolgimento del tentativo di conciliazione, sancendo formalmente lo stato di agitazione della categoria.

Gli esiti dell’incontro notturno di maggioranza hanno definito un quadro che ora deve passare il vaglio parlamentare, ma dai sindacati arriva un giudizio di totale insoddisfazione.

problemi della scuola erano tanti e urgenti già prima che irrompesse l’emergenza della pandemia: progettare un ritorno alla didattica in presenza, di cui tutti avvertiamo impellente bisogno, significa oggi mettere in campo uno sforzo straordinario, fatto di investimenti, ma anche di rispetto e valorizzazione delle energie professionali di cui la scuola dispone, mettendo le istituzioni scolastiche in condizione di esprimersi e di operare al meglio.

Continua a leggere la notizia

 

La USB P.I. SCUOLA indice per GIOVEDÌ 28 MAGGIO 2020 dalle ore 17 alle ore 19 una ASSEMBLEA SINDACALE in diretta streaming per il personale docente e ATA al fine di discutere dei seguenti argomenti:

 

  • Concorso a cattedre: analisi degli emendamenti su concorso straordinario e graduatorie di istituto;
  • Mobilità Nazionale lavoratori Ata internalizzati;
  • Protocollo sicurezza sugli esami di Stato;
  • Valutazione ed avvio anno scolastico;
  • Iniziative di mobilitazione su precariato, Ata internalizzati ed avvio anno scolastico.

 

L’assemblea sarà trasmessa in diretta streaming sul sito scuola.usb.it, sulla pagina Facebook USB P.I. – Scuola e sul canale Youtube USB Scuola e sarà possibile interagire tramite messaggi avanzando proposte, portando testimonianze o ponendo domande. 

 

Per informazioni:

scuola@usb.it

www.scuola.usb.it       

 

 

 

ERRATA CORRIGE 2 - A TUTTI I DOCENTI DI RELIGIONE - Fed. Gilda-Unams/SNADIR Lombardia

 

[Sindacato Feder.ATA] FERIE PERSONALE ATA ART.59 ANCHE NELLA SCUOLA DI TITOLARITA’

 

ERRATA CORRIGE - A TUTTI I DOCENTI, ATA E INSEGNANTI DI RELIGIONE -  GILDA-UNAMS e SNADIR Lombardia 

 

Assemblea Sindacale Regionale in orario di servizio - Fed. Gilda-Unams/SNADIR Lombardia

 

AppuntiEffelleci Cgil Mantova n.26 del 21/5/2020

 

INDIZIONE ASSEMBLEA SINDACALE UNICOBAS, IN MODALITA' ONLINE - 26 MAGGIO 2020 dalle h. 16 alle h. 18

 

Garanzia di sicurezza per gli esami di Stato: sottoscritto il protocollo

Nel primo pomeriggio del 19 maggio è stato sottoscritto un Protocollo d’intesa fra Ministero dell’Istruzione e le organizzazioni sindacali rappresentative del comparto e dell’Area dirigenziale FLC CGIL, CISL Scuola, UIL Scuola, SNALS Confsal, Anief, ANP e Dirigenti scuola.

L’obiettivo del protocollo è quello di garantire la sicurezza agli studenti, alle commissioni d’esame e al personale ATA durante lo svolgimento degli esami di stato del secondo ciclo contro il pericolo di contagio da COVID-19.

La nostra organizzazione ha voluto fortemente strumenti diretti di controllo delle condizioni di sicurezza a diversi livelli: nazionale, regionale, di singola scuola. L’esame di Stato in presenza deve rimanere un evento scolastico importante con la massima garanzia di tutela della salute di studenti, docenti, dirigenti e di tutto il personale scolastico.

I punti salienti del Protocollo d’intesa e il commento dei sindacati.

Protocollo d’intesa | Documento tecnico | Convenzione Croce Rossa - Ministero dell’Istruzione.

 

AppuntiEffelleci n. 25 del 19 maggio 2020 

 

[Sindacato Feder.ATA] FEDER.A.T.A. IN SOCCORSO DEGLI ATA

Brochure CAF FederATA

 

[Sindacato Feder.ATA] Per gli ATA non cambia nulla: solo attività indifferibili

 

AppuntiEffelleci di Mantova n. 24 del 14/5/2020 

 

Convocazione assemblea sindacale territoriale per il personale ATA delle istituzioni scolastiche della Regione Lombardia - ANIEF

Locandina convocazione

 

 

Scuola: avviato il confronto sul protocollo per la sicurezza - FLC CGIL

A seguito delle nostre pressanti richieste sulla necessità di adottare anche nelle istituzioni scolastiche misure per il contrasto al contagio da COVID-19, il 7 maggio si è tenuto un incontro convocato dal Ministero dell’Istruzione con i sindacati.

Obiettivo dell’incontro definire i contenuti di uno specifico protocollo finalizzato a garantire che la ripresa delle attività in presenza avvenga assicurando ad alunni e personale della scuola le indispensabili condizioni di sicurezza.

Continua a leggere la notizia.

 

Assemblea sindacale unitaria del 13 maggio pv CGIL-CISL- UIL-SNALS 

 

AppuntiEffelleci di Mantova n. 23 del 7 maggio 2020

 

Convocazione assemblea sindacale territoriale per il personale delle istituzioni scolastiche della provincia di Mantova - ANIEF  -   Locandina assemblea sindacale territoriale

 

“Lavoro agile” per il personale ATA anche dopo il 4 maggio - FLC CGIL

#ATAnews è una rassegna specificatamente dedicata dalla FLC CGIL nazionale al personale ATA. Propone periodicamente un riepilogo correlato alle notizie più significative, pubblicate sul sito nazionale per valorizzare la collocazione dei lavoratori ATA nella vertenza generale sulla professionalità e sul contratto. È un resoconto centrato sulle nostre attività politico-sindacali-legali e sui risultati ottenuti.

In questo numero ci soffermiamo in particolare su una nota ministeriale utile e tempestiva emanata su nostra sollecitazione. La nota chiarisce che il DPCM del 26 aprile 2020, nel definire le misure attuative urgenti di contenimento del contagio dal 4 maggio in avanti, non introduce alcuna novità sulle attività lavorative in presenza nelle scuole.

Scarica il n. 3/2020.

 

Nota sindacale anief del 5 maggio 2020

 

Appuntieffelleci Cgil Mantova n. 22 del 4 maggio 2020

 

Scuola: indicazioni del Ministero per l’avvio della Fase 2 - CGIL

La nota 622 del 1° maggio 2020 del Ministero dell’Istruzione ribadisce che l’avvio della Fase 2 previsto dal DPCM 26 aprile 2020 non prevede alcuna modifica delle disposizioni previste dall’articolo 87 della legge 24/20 di conversione del DL 18/20 e conferma l’adozione del lavoro agile quale modalità ordinaria di svolgimento della prestazione lavorativa nelle pubbliche amministrazioni, ivi comprese le istituzioni scolastiche. 

Pertanto dal 4 maggio e fino al 17 maggio, salvo nuove disposizioni, continua la collocazione in modalità lavoro agile del personale amministrativo e tecnico mentre il lavoro in presenza sarà assicurato solo per le prestazioni indifferibili. Dunque, a scuola fino a nuove disposizioni, il personale ATA sarà presente nelle sedi, come è avvenuto finora, esclusivamente per motivi indifferibili.

Una nota utile e tempestiva emanata su nostra sollecitazione al fine di mettere in chiaro gli esatti termini della questione nei confronti di quelle scuole che avevano programmato da lunedì 4 maggio il rientro di tutte le unità di personale ATA. 

Risolto questo problema contingente, rimane l’urgenza di redigere un protocollo specifico sulla sicurezza nelle scuole. Il Ministero dell’Istruzione dopo le sollecitazioni del sindacato ha convocato un tavolo di confronto per mercoledì 7 maggio, nel corso del quale si discuterà in particolare della gestione degli esami di Stato. Leggi la notizia.

 

[Feder.ATA] AGEVOLAZIONI PER CONSEGUIRE I MASTER+24 CFU PER I PARENTI DEL PERSONALE ATA

 

[Sindacato Feder.ATA] GRADUATORIA 24 ATA

 

 

Aprile 2020

AppuntiEffelleci d Mantova n.20 del 30/04/2020 

 

Al via i concorsi nella scuola. Partecipa al nostro questionario - CGIL

Dopo un confronto serrato con il Ministero dell’Istruzione, indisponibile ad accogliere le soluzioni prospettate dal sindacato, il 28 aprile sono stati pubblicati in Gazzetta Ufficiale i bandi di concorso per i docenti della scuola statale. I bandi sono in tutto quattro.

Scuola dell’infanzia e primaria

Il concorso per il personale docente della scuola dell’infanzia e primaria, che prevede 12.863 posti. Per saperne di più.

Scuola secondaria di I e II grado

  • Il concorso ordinario per il personale docente della secondaria di I e II grado, che prevede 25.000 posti. Per saperne di più.
  • La procedura straordinaria per l’immissione in ruolo di personale docente della scuola secondaria di I e II grado che prevede 24.000 posti: si tratta del concorso riservato ai precari con almeno 3 anni di servizio. Per saperne di più.
  • Percorsi abilitanti scuola secondaria di I e II grado destinato ai precari con 3 anni di servizio, anche delle paritarie e quelli già di ruolo che vogliono conseguire un’abilitazione. Per saperne di più.

Per la scuola rimane sempre necessario uscire dall’emergenza dell’abuso del lavoro precario sul quale siamo nuovamente intervenuti con un documento che sintetizza alcune soluzioni su supplenze, graduatorie d’istituto, procedure per titoli e percorsi abilitanti. Leggi le nostre proposte.

Su questi stessi temi abbiamo anche avviato un sondaggio. Un modo per dare la parola ai lavoratori precari, ai neo laureati e docenti di ruolo che vogliono un’ulteriore abilitazione, per fare emergere le loro esigenze e far conoscere le nostre proposte. Compila il questionario.

 

IL GIORNALE DELLA FLC CGIL DI MONZA E BRIANZA: APRILE 2020

 

AppuntiEffelleci di Mantova n.19 del23/4/2020 - CGIL

 

[FLC CGIL] #ATAnews n. 2/2020 - Speciale lavoro agile 

 

FLC - CGIL

“Manifesto per una didattica inclusiva”, sottoscrivilo online

Il 17 aprile scorso è stato presentato alla stampa in videoconferenza il documento in sette punti dal titolo “A distanza, ma non troppo! La scuola al tempo del Covid-19. Manifesto per una didattica inclusiva”. Video della conferenza stampa.

In occasione del dibattito che si è aperto sull’utilizzo della didattica a distanza, il mondo della scuola, i pedagogisti e i commentatori si sono spesso divisi tra sostenitori e detrattori. Il nostro sindacato, pur esprimendo forti perplessità sul tema, ha mantenuto una posizione molto contestualizzata alla emergenzialità del momento, nel rispetto del faticoso lavoro che si sta effettuando nelle scuole. Il nostro fascicolo.

Con questo spirito intendiamo contribuire al dibattito in corso nel Paese con una proposta pedagogica costruttiva. Il Manifesto, elaborato con la partecipazione di pedagogisti e docenti, si propone come riflessione utile a comprendere che al centro della scuola c’è la sua specifica vocazione relazionale in presenza e che quanto si sta realizzando in questi giorni ha la funzione di sopperire al bisogno di colmare un vuoto. Continua a leggere la notizia.

Sottoscrivi il Manifesto

 

 

[FLC - CGIL] PON “Per la Scuola”: I ciclo, avviso per l’acquisto di dispositivi digitali per la didattica a distanza

L’autorità di gestione (AdG) del Programma Operativo Nazionale “Per la scuola - Competenze e ambienti per l’apprendimento” 2014-2020,  con nota 4878 del 17 aprile 2020, ha emanato un Avviso pubblico finalizzato alla realizzazione di smart class per le scuole statali del primo ciclo. All’avviso possono partecipare anche gli istituti omnicomprensivi statali e i convitti nazionali.

Si tratta del primo intervento del PON Scuola a supporto delle scuole che vogliono attivare forme di didattica a distanza a seguito dell’emergenza epidemiologica connessa al diffondersi del Coronavirus e alle relative misure restrittive imposte alla popolazione. I finanziamenti sono pari a circa 77 milioni di euro ed ogni scuola può presentare un solo progetto che può essere finanziato per massimo 13 mila euro.

Le domande possono essere presentate dalle ore 10 del 20 aprile 2020 alle ore 15 del 27 aprile 2020.

In precedenza l’AdG

Continua a leggere la notizia

 

[Sindacato Feder.ATA] RICHIESTA AL MINISTRO AZZOLINA ISTITUZIONE IN ORGANICO DI DIRITTO DI ASSISTENTE TECNICO IN OGNI ISTITUTO COMPRENSIVO

 

Chiarimenti in merito al diritto di affissione e utilizzo delle bacheche sindacali digitali - ANIEF

 

AppuntiEffelleci n. 18 della Flc Cgil di Mantova (18/04/2020)

 

Organici docenti: confermati i posti del contingente attuale - CGIL

Il Ministero dell’Istruzione ha pubblicato la nota 487/20 relativa alle dotazioni organiche del personale docente per il prossimo anno scolastico 2020/2021.

Dopo una serie di interlocuzioni politiche e a fronte della pressione della FLC CGIL e degli altri sindacati, il Ministero ha desistito dall’attuare una riduzione dei posti a seguito del calo demografico degli alunni. È stato dunque confermato l’attuale contingente in organico di diritto, salvo le riduzioni previste per legge e in vigore dal 1 settembre 2020.

Leggi il nostro commento

 

 

UNICOBAS: INFORMATIVA ALLA S.V E PERSONALE DOCENTE SUL DECRETO LEGGE 8 APRILE 2020, n. 22, "DIDATTICA A DISTANZA"

 

AppuntiEffelleci della Flc Cgil Mantova n. 17 del 9/4/2020

 

USB Scuola: NO, LA DAD NON È LA SOLUZIONE

Presentiamo il documento di critica e proposte che USB rivolge ai colleghi e al Ministero della Pubblica Istruzione per affrontare l’emergenza COVID 19, che probabilmente ci accompagnerà fino alla fine del corrente anno scolastico e forse anche all’inizio del prossimo.

Riteniamo che la gestione fino ad ora proposta dal MIUR sia nei fatti inadeguata. Testimone ne è anche l’ultimo DL, pubblicato in data 8 aprile, dove nulla di chiaro, definito e organico viene detto su come portare avanti l’attività didattica e le attività funzionali ad essa legate. In particolare chiediamo e proponiamo:

  1. che si definisca e si chiarisca cosa si intende per Didattica a Distanza e quali modalità essa debba assumere, in modo che sia portata avanti in tutto il territorio nazionale in modo uniforme, senza lasciare spazio all’iniziativa dei singoli istituti. Troppo nuova e rischiosa è questa modalità per docenti e studenti. Essa comporta infatti rischi pedagogici (frontalità eccessiva, abbandono del fondamentale aspetto processuale del rapporto docente/discente) e rischi per la salute degli studenti e dei docenti (quante ore si può essere esposti al video, per quanto tempo consecutivo?);
  2. che si chiarisca come si intende garantire il diritto allo studio di tutti gli studenti, viste le profonde disparità sul territorio nazionale per quel che riguarda l’accesso alle tecnologie, oltre alla problematica viva e cocente dei soggetti più fragili: disabili, DSA, studenti esposti a situazioni socioeconomiche emergenziali;
  3. che il Ministero garantisca con investimenti tempestivi e straordinari lo sviluppo di strumenti pubblici e statali per la DAD, in modo che le scuole non debbano ricorrere ad aziende private e che a tutti sia garantita la connessione internet necessaria, che a nostro avviso dovrebbe essere gratuita;
  4. che il Ministero definisca con chiarezza la questione della valutazione che, a nostro avviso, non può che restare ancorata, per motivi di tipo legislativo e pedagogico, a quanto prodotto fino al 6 marzo, cui questi mesi possono dare solo un contributo migliorativo e che deve essere per forza almeno sufficiente per tutti gli studenti;
  5. che il MIUR apra al più presto un tavolo di confronto aperto a tutte le forze sociali per dipanare questi nodi, soprattutto in vista del prospettato proseguimento della DAD, almeno in modo parziale, anche per il prossimo anno;
  6. che si diano regole precise su come svolgere tutte quelle attività collegiali che sono collaterali all’insegnamento, nell’assoluta garanzia delle prerogative del collegio docenti;
  7. che per l’avvio del prossimo anno si definisca un rapporto docenti/studenti atto alla gestione di questa emergenza (uno a cinque all’infanzia e alla primaria, uno a dieci alle secondarie), tramite investimenti in edilizia scolastica e un piano di assunzione straordinaria, tramite concorso per titoli e servizio, dei colleghi precari che da decenni sostengono con il loro lavoro il sistema scolastico italiano, che abbiano maturato nel corso degli ultimi dieci anni almeno tre anni di servizio (180x3).

 

  Infine invitiamo i colleghi a segnalarci qualsiasi comportamento illegittimo dei dirigenti scolastici. Abbiamo predisposto atti di diffida e di rimostranza per contrastare le derive autoritarie che si sono già determinate in molti istituti a opera di dirigenti scolastici bramosi di potere.

 

PERCHÉ SIAMO CONTRARI ALLA DIDATTICA A DISTANZA. LE NOSTRE PROPOSTE.

 

 

 

[Sindacato Feder.ATA] Assistenti tecnici in organico di diritto

 

NOTA SINDACALE N. 2020/61 DEL 08 APRILE 2020 - Anief 

 

Approvato il DL Scuola. Mancano misure che assicurino l’obiettivo più importante: avere al 1° settembre tutte le cattedre coperte - Flc CGIL

Approvato dal Consiglio dei Ministri un Decreto Legge sulla scuola che prevede una serie di misure determinate dall’emergenza COVID-19.

Ancora una volta, la Ministra dell’Istruzione ha scelto la strada del non confronto, assumendo unilateralmente decisioni che riguardano milioni di studenti, di famiglie, di lavoratori. Eppure, sui temi oggetto del decreto, come abbiamo avanzato proposte e indicato soluzioni, tenendo soprattutto in conto gli interessi e i diritti degli studenti.

Non possiamo che essere d’accordo sulla parte del provvedimento che prevede di portare tutti gli alunni delle classi intermedie all’anno successivo e di semplificare al massimo le prove conclusive del ciclo delle secondarie: è quanto abbiamo proposto ogni volta che ne abbiamo avuto occasione.

Quel che risulta preoccupante è il vuoto sulla questione che appare centrale: come garantire una piena ripresa dell’attività didattica al primo settembre 2020.

Non c’è nel provvedimento una procedura semplificata per il reclutamento, né per i docenti, né per il personale ATA. Mentre noi avevamo chiesto che tutto il personale potesse essere al proprio posto fin dal 1° settembre.

Non verranno aggiornate, per quest’anno, le graduatorie di istituto, continuando così ad alimentare il fenomeno delle “messe a disposizione” (Mad).

Non vengono superati i vincoli alla mobilità del personale.

Non c’è un rafforzamento o un ampliamento degli organici, nonostante la Ministra si sia dimostrata preoccupata, nelle sue uscite pubbliche, del problema delle “classi pollaio”.

In termini perentori si dice che la didattica a distanza diventa “prestazione ordinaria” come se ciò bastasse a risolvere tutte le criticità che sono emerse in queste settimane: carichi di lavoro inediti per 800 mila docenti, stress enorme per le famiglie, impossibilità di raggiungere la totalità degli studenti.

Nessun impegno in termini di investimento e risorse.

Per la Ministra evidentemente, l’anno scolastico prossimo si può aprire senza provvedimenti eccezionali che mettano le scuole del Paese, duramente provate dalla sospensione delle attività didattiche in presenza, in una condizione di forza per recuperare il tempo perduto.

Un fatto è certo: la scuola è in debito nei confronti degli alunni e non viceversa.

Evidentemente sfugge la drammaticità di ciò che potrebbe accadere al ritorno in classe con numeri abnormi di precariato, destinati a crescere ulteriormente, con la mancanza di docenti, personale ATA, DSGA di ruolo e insegnanti di sostegno specializzati.

La scuola ha bisogno di un cambio di passo e non di ordinarie misure di funzionamento destinate a mancare gli obiettivi di rilancio che la crisi epidemiologica oggi impone più che mai.

Abbiamo proposte, integrazioni e contributi da offrire; chiediamo alla politica di scegliere un’altra strada, quella del confronto e della condivisione, nell’iter di conversione del Decreto e, soprattutto, nell’adozione di ulteriori specifiche misure da parte del Ministero dell’Istruzione, al fine di non fare, per presunzione e autoreferenzialità, passi falsi che danneggerebbero la scuola e l’intero Paese.

 

Snadir - Notiziario Lombardia - n° 10 - 2020

 

AppuntiEffelleci n. 16 della Flc Cgil di Mantova del 2/4/2020

 

POSTA CERTIFICATA: UNICOBAS: Spett. DIRIGENTE Scolastico: INFORMATIVA ALLA S.V E PERSONALE DOCENTE SU DIDATTICA A DISTANZA

 

Didattica a Distanza: Comunicato Unitario delle OO.SS. Regionali Lombarde

 

 

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.